Il Teatro Comunale di Bologna nasce ufficialmente il 14 maggio del 1763 con la prima rappresentazione assoluta del Trionfo di Clelia di Christoph Willibald Gluck.


Strategicamente collocato in una zona nevralgica del tessuto urbano, il Teatro è oggi una Fondazione e produce un centinaio di spettacoli l’anno, distribuiti tra Sala del Bibiena e auditorium del Teatro Manzoni. Costruito per accogliere il melodramma italiano, il Comunale si è imposto fin da subito come il maggiore teatro di una città capitale del sistema produttivo dell’opera italiana, che ha dato residenza a un’impressionante quantità di agenti, impresari, cantanti, ballerini, strumentisti, disegnatori, noleggiatori di scene e costumi.

Il Comunale ha esportato negli anni le proprie produzioni nei maggiori festival italiani, europei e nel mondo ed è stato protagonista sui più importanti palcoscenici internazionali.


Alfasigma sostiene la Cultura e l'attività Lirica del Teatro Comunale da molti anni, impegnandosi in molte delle produzioni operistiche del teatro e sostenendo la fondazione con progetti ad hoc. Tra questi ricordiamo la realizzazione della Camera Acustica che ha permesso al Teatro di riportare nella sala del Bibiena parte sostanziale della produzione sinfonica del Comunale e la nuova fornitura tecnologica e multimediale dei foyer Respighi e Rossini e della sala. Tali progetto permettono al Teatro di poter investire sul futuro, di aumentare l'utilizzo degli spazi del teatro sia per fini musicali e teatrali sia per fini promozionali.